Il meglio del peggio

Parisian Gentleman

Il meglio del peggio

Gentlemen,

in qualità di osservatori quotidiani dell’eleganza maschile, ci capita di imbatterci in certi errori stilistici abbastanza grossolani che, a causa di alcuni dettagli (peraltro abbastanza facili da padroneggiare), rovinano letteralmente l’eleganza di insiemi potenzialmente molto belli.

Approfittiamo quindi della valanga di immagini che circolano sul web per ricordare alcuni fondamenti che vi saranno certamente utili.

Chiaramente qui non si tratta di voler elevare alla dignità di diktat certe regole, ma piuttosto di ribadire il nostro motto di sempre: “First learn the rules, then break them” (devi prima apprendere le regole, se vuoi puoi infrangerle…ma, ripeto, rispettando rigorosamente questa successione cronologica!)

Ecco alcune immagini molto “istruttive”, fra le quali la prima è un caso da manuale: completo superbo, camicia e cravatte magnifiche, uomo molto elegante dal bel fisico ma…un raccordo fra il collo della camicia  e quello della giacca sulla nuca assolutamente disastroso! Non lasciare mai alcuno spazio fra il collo della camicia e quello della giacca è una regola fondamentale.

Altro errore frequente è quello di lasciare intravedere la cintura sotto un gilet. La regola, anche qui, è semplicissima: non lasciare MAI intravedere una cintura sotto un gilet. Io, a titolo personale, non porto mai la cintura con un completo tre pezzi. Due esempi qui sotto, il primo in particolare assolutamente disastroso…

Altro errore cronico presso il 95% degli uomini è quello che consiste nel vestirsi troppo largo. E la cosa più triste è che spesso questo errore da beoti viene commesso, peraltro, con completi di ottima qualità (cosa che dimostra una volta ancora l’incompetenza molto diffusa fra i commessi nei negozi). Un eccellente esempio qui sotto:

Altro errore molto diffusa (che mostra, nonostante le decine di articoli che abbiamo consacrato all’argomento, quanta strada vi sia ancora da fare): l’abbinamento di motivi con la medesima scala. La regola è di una semplicità estrema: quando abbinate due motivi simili (quadri, righe) mettete moltissima attenzione nella fare in modo che la scala fra i due sia differente, soprattutto evitando la stessa scala in una maniera così eclatante come nel disastro estetico qui sotto:

Infine, dato il ritorno in auge dei fazzoletti da taschino e dei foulards in genere, piegateli facendo attenzione ad evitare di commettere veri e propri attentati alle altrui retine con stravaganze ridicole se non direttamente assurde…

Conclusione tipica qui a PG: prima di infrangere le regole, bisogna conoscerle.

Elementare, no?

Cheers, HUGO