Dodici consigli per sembrare più magro

Sonya Glyn NICHOLSON

Dodici consigli per sembrare più magro

Ethan Desu (Bryceland’s) / Solaro abito Sartoria Dalcuore Napoli

Cambiare le proprie abitudini nell’abbigliamento richiede tempo e sforzi.

Non tutti hanno il tempo e la voglia di agghindarsi, soprattutto dopo una giornata di lavoro ben riempita. Bisogna dire che l’argomento è vasto e, a volte, intimidatorio: solo l’idea di dedicarcisi e di dover scegliere tra la valanga di consigli, più o meno, giusti disponibili sul web può essere, più o meno, paralizzante.

Il compito è ancora più arduo per l’uomo più corpulento, poiché questo non vorrà investire in un guardaroba che dovrà essere quasi integralmente aggiustato in caso di perdita di peso… Se tale è il vostro timore, ho una bella notizia per voi: non dovete aspettare di perdere peso per diventare eleganti!

Un uomo di taglia forte, ben vestito, si sentirà meglio nei propri abiti, sicuramente più di tanti uomini magri mal vestiti. Si sentirà, tra l’altro, perfettamente a suo agio in molte situazioni sociali cosa che, per estensione, potrà incitarlo a prendere in mano la propria vita, e perciò fare più esercizio fisico e aggiustare la propria alimentazione: si tratta di un circolo virtuoso, la cui decisione di volersi sentire al meglio di se “sartorialemente” parlando, ne diventa parte integrante.

Si vi decidete a fare il primo passo, siate tuttavia coscienti che il cammino è lungo e seminato d’insidie. È dunque importante ben ricordare che gli errori che farete, inevitabilmente, in corso d’opera (e che vi faranno sentire, a volte, imbarazzati) fanno parte dell’avventura sartoriale. È, soprattutto, una questione di volontà, di perseveranza e si stima di se stessi.

Tenete ugualmente a mente che le persone che si prenderanno gioco di voi per i vostri errori, faranno meglio a concentrarsi su se stessi. Comportarsi con eleganza è sempre più valorizzante di qualunque tenuta per quanto perfetta possa essere.

Siete sicuramente già a conoscenza dei classici consigli per l’uomo che soffre di sovrappeso: i colori scuri hanno un effetto dimagrente, i motivi importanti hanno l’effetto inverso proprio come il collo alto, i motivi a righe verticali hanno la reputazione di allungare la silhouette e portare degli abiti troppo grandi è fortemente sconsigliato.

Se siete particolarmente corpulenti, non potrete, probabilmente, scegliere il prêt-à-porter per tutti gli elementi del vostro guardaroba.  Identificate velocemente gli elementi della vostra tenuta che sono introvabili in una taglia soddisfacente per voi in prêt-à-porter (pantaloni, giacche, camicie) e che dovranno essere fatte su misura, dopodiché prendete rendez-vous con un sarto o in una boutique in cui è disponibile un servizio su misura (in funzione del vostro budget) in modo da poter acquistare gli elementi di base intorno ai quali potrete cominciare a costruire il vostro guardaroba.

Poiché si tratta del nostro primo articolo dedicato ai gentlemen corpulenti, abbiamo aggiunto alla fine dell’articolo qualche link interessante per saperne ancora di più.

Per iniziare, ecco i nostri 12 consigli per sposare il sovrappeso e l’eleganza:

 

1 – Indossare delle scarpe magnifiche

corthay-jouvet-54098a

Un uomo corpulento s’impone, per definizione. Quindi, bisogna prendere atto della vostra statura e vestirsi di conseguenza poiché un uomo di taglia forte sarà sempre più elegante in versione formale che in versione casual. Evitate, quindi, il più possibile lo stile casual, a favore di tenute che ispirano una certa autorità.

Uno degli elementi più importanti di un bel completo sono le scarpe. Un bel paio di scarpe, in certi casi più di altri, fa tutta la differenza. E soprattutto non limitatevi alle enormi scarpe con le suole grandi e dalle linee pesanti (quelle che si vedono spesso negli USA). È assolutamente possibile per un uomo corpulento d’indossare delle scarpe eleganti!

Non esitate a investire una parte importante del vostro budget all’acquisto di belle (e di buone) scarpe. È ormai possibile acquistare un (vero) bel paio a circa 200€ (guardate la selezione delle scarpe PG QUI per aiutarvi a iniziare con il piede giusto). Iniziate dalle prime marche di questa selezione per affinare i vostri gusti con un budget minimo, dopodiché sarete pronti a orientarvi da soli in un offerta ormai enorme.

 

2. PORTate le BRETELLE

Rugged Old Salt braces

Un bel paio di bretelle possiede il doppio vantaggio di tenere ben in posizione il vostro pantalone e di farlo ben cadere sulle vostre (magnifiche) scarpe. Si tratta di un’alternativa interessante alla cintura, specialmente per l’uomo corpulento, poiché la cintura tende a tagliare, visualmente, la silhouette in due. Cosa che si deve evitare ad ogni costo.

Anche in un contesto poco formale, un paio di bretelle portate sotto una giacca sport funzione praticamente sempre. Le bretelle a clip sono diventate accettabili ai nostri giorni, nel caso i cui non apprezziate le bretelle a bottoni, anche se un bel pantalone tagliato e pensato per essere portato con un paio di bretelle a bottoni ha uno charme e un confort unico.

Nel caso in cui sareste obbligati a  portare una cinture (in mancanza di bretelle), assicuratevi che quest’ultima non sia troppo spessa, e che soprattutto il suo colore sia esattamente lo stesso del vostro pantalone. Evitate d’attirare l’attenzione sulla cintura (e quindi sul vostro addome) per conservare una silhouette, visualmente, quanto più slanciata possibile.

Ovviamente (ciò vale per tutti)… non portate mai una cintura e le bretelle allo stesso tempo!

 

3. scegliete Delle giacche sartoriali (o che potrebbero esserlo)

tumblr_mlqr1oz8Sk1qad1efo1_500

Considerate i punti seguenti prima di acquistare una nuova giacca:

  1. Non tutti hanno i mezzi d’offrirsi il bespoke o il su misura, ma fortunatamente, questa non è una fatalità. In effetti, c’è molto da apprendere in merito al modo in cui una giacca bespoke cade sulla pancia di una persona corpulenta. Per i più perspicaci tra di voi, ecco un piccolo estratto (in inglese) di un testo di Richard James (de Sevile Row) sulla vestibilità di una giacca:

“[Notice] an explanatorily named fish cut sketched on the pattern (above) and made in the canvas (below) of a nice two-piece navy twill suit. A good cutter will put a fish cut into the front, tummy region of a canvas (which helps structure and give overall definition to a suit) when he needs to create more shape and mould the cloth around the middle region of a portlier, more rotund gentleman. It works to ensure that the suit coat (jacket) really fits and doesn’t hang from the stomach like a skirt. One of the more advanced, rather tricky techniques of bespoke Savile Row tailoring.” (See text and illustrations here via Richard James).

Per i non-anglofoni, l’idea principale da ritenere di questo piccolo estratto è la seguente: fate attenzione alla maniera in cui il tessuto della vostra giacca cade sopra il vostro addome se non avete la fortuna di far realizzare la vostra giacca su misura. La vestibilità di una giacca varia, in effetti, da una marca di prêt-à-porter.

Evitate le giacche che cadono sulle anche come una gonna! Non è un dettaglio da trascurare, un po’ di prudenza su questo punto farà tutta la differenza.

  1. Fate particolarmente attenzione alle spalle della giacca. Per gli uomini di corporatura media, le spalle di una giacca non dovrebbero mai superare le proprie spalle. Si tratta di un primo segno di una giacca ben aggiustata. Tuttavia, l’uomo corpulento è l’eccezione che conferma la regola, e potrà permettersi d’indossare une giacca con le spalle leggermente più larghe delle sue spalle naturali. Questa piccola astuzia permetterà d’accentuare il “drop” (rapporto petto/vita) e, dunque, di assottigliare leggermente la taglia.
  2. Fate molta attenzione al “collar gap”, il brutto spazio tra il collo della giacca e il collo della vostra camicia: tenendovi ben dritti non dovreste essere capaci di passare neanche un dito nello spazio tra i due colli (vedere l’articolo completo sul “collar gap” QUI). Se le vostre giacche presentano un tale difetto, aggiustate il collo della vostra giacca ogni volta che vi alzate tirando in basso la giacca con un colpo secco.
  3. In caso della presenza un posteriore troppo alto, evitate le giacche a doppio spacco laterale, in modo da non attirare l’attenzione sul vostro di dietro. Preferite lo spacco singolo, o addirittura l’assenza di spacchi per un effetto davvero snellente.

 

4. Scegliete per dei pantaloni con le pieghe e a taglia alta (o naturale)

ben G.
Se avete un po’ di pancia, allora già saprete senza dubbio che dovreste portare dei pantaloni a pieghe (semplici o doppie) poiché i pantaloni senza pieghe avranno un effetto disastroso per voi: cioè quello di formare un rigonfiamento esagerato al livello della cintura. Pertanto, delle pieghe che si tirano troppo (come una fisarmonica!), saranno allo stesso modo molto brutte per la vostra silhouette. È dunque fondamentale che le pieghe dei vostri pantaloni non tirino per nulla. Non ci fanno compromessi!

I pantaloni con le pieghe sono generalmente associati a dei revers. Sapere se dovete scegliere, come la maggior parte degli uomini, di avere dei revers (pieghe) sulla parte bassa dei pantaloni dipende tuttavia della vostra morfologia. In effetti, se le vostre gambe sono particolarmente corte, allora potrete permettervi, eccezionalmente, di non rispettare le regola “pieghe/revers”, per allungare visualmente le vostre gambe.

Ciò ci porta naturalmente è un altro punto importante: a quale altezza portare il vostro pantalone? Se lo portate a “taglia bassa”, dovrete poi rialzarlo in permanenza (un disastro…), correre il rischio di fare attenzione al vostro posteriore quando vi sedete e, ancora peggio, vivere la metà della vostra vita con la camicia che pende fuori dal pantalone.

Inversamente se portate il pantalone esageratamente alto, finirete per sentirvi a disagio e per assomigliare al vostro bisnonno. È la stessa cosa per la taglia cosiddetta naturale: questa posizione, quando si è un po’ in sovrappeso, può avverarsi scomoda (tranne che con le bretelle le quali, il più del tempo, regolano il problema).

È quindi importante ascoltare e conoscere il vostro corpo, poiché la posizione che troverete più comoda sarà spesso quella più bella visivamente.

 

5. non portate mai degli abiti cascanti e “baggy”!

cutler-in-bespoke

Ciò sembra normale, ma è meglio ripeterlo: gli abiti ampi o troppo grandi per voi, v’ingrossano. Un abito aggiustato (senza essere aderente) vi darà sempre una silhouette più slanciata, quale che sia la vostra morfologia.

 

6. riflettete alla posizione dei bottoni sulla vostra giacca

body-types-men

Decidete dove si trova la posizione ideale del bottone attivo della vostra giacca.  Fate delle prove con le giacche che possedete già. Guardate l’immagine qui sopra, cercate la vostra forma e utilizzate il mouse per simulare il dove dovrebbero stare i bottoni.

Un bottone attivo sistemato in alto avrà l’effetto di restringere il vostro torso e d’ingrandire le vostre gambe, e inversamente.

Soltanto voi conoscete la posizione del vostro ombelico, tenetela ben in mente al momento di scegliere la posizione del vostro bottone principale. Nessuno sa dove si trova la vostra taglia naturale (normalmente grosso-modo intorno al vostro ombelico). Giocate con questa idea, e barate un po’ con la posizione del vostro ombelico (e quindi del vostro bottone attivo) se ciò aiuta la vostra silhouette.

Abituatevi al vostro corpo e al modo di presentarvi al meglio grazie ai vostri abiti: avrete allora tanta più facilità ad acquistare begli abiti in prêt-à-porter. In caso di visita dal sarto, parlate poco, lasciategli fare il proprio lavoro ma parlate bene: non ho ancora mai incontrato alcun sarto facente orecchie da mercante con un cliente che potesse aiutarlo a capire perfettamente la sua morfologia.

Fate delle prove! Divertitevi a trovare la posizione ideale per i vostri bottoni. Indossate una giacca, mettetevi davanti allo specchio e giocate con la posizione (simulata) dei bottoni cercando di trovare la posizione ideale, adatta alla vostra morfologia. Poi, fatevi fare una giacca su misura in modo da prendere in considerazione questa posizione, o cercate una giacca in PAP (prêt-à-porter) che abbia la posizione dei bottoni corrispondente al meglio alle vostre preferenze (guardate quest’articolo per approfondire quest’importante argomento).

 

7. fate attenzione alla larghezza dei vostri pantaloni (al livello delle cosce e delle caviglie)

tumblr_nq1me3qXDD1tmm3fpo1_1280

I pantaloni troppo stretti al livello delle cosce sono da evitare assolutamente: il tessuto rischia, in effetti, di comportarsi in modo strano e disgraziato, bloccandosi a certi livelli della gamba e gonfiandosi ad altri. Per non parlare dell’inevitabile tendenza che avrà il vostro pantalone a “risalire” ogni volta che vi siederete: uno scenario a evitare ad ogni costo, se non volete passare la giornata piegati sulle vostre scarpe per riaggiustare la parte bassa dei vostri pantaloni.

Il vostro pantalone dovrà essere ragionevolmente (ma sufficientemente) ampio al livello delle cosce per evitare questi tipi di problema. Sentirsi eleganti significa anche sentirsi a proprio agio nei propri abiti.

E cosa ne è della parte bassa dei vostri pantaloni? Se indossate un pantalone con delle cosce larghe, ma con le gambe molto strette rischierete di assomigliare ad un birillo a testa in giù. Inversamente, se le gambe del vostro pantalone sono troppo larghe non farete altro che accentuare l’impressione della vostra forte taglia.

È fondamentale, ancora una volta, conoscervi bene, fare delle prove, molte prove e trovare le proporzioni del pantalone che vi convengono maggiormente. Credetemi un pantalone ben aggiustato vi porterà tanto benessere e fiducia in voi stessi.

 

8. Siate sicuri che il collo della vostra camicia resti ben al di sotto del revers della giacca (come nella foto qui sotto)

La camicia è uno degli elementi più sottovalutati dell’eleganza degli uomini di taglia forte. In questo registro, il collo della camicia è uno degli elementi più importanti da considerare. In caso di sovrappeso, assicuratevi che il collo della vostra camicia si nasconda bene sotto i revers della vostra giacca (guardate quest’articolo per maggiori dettagli). E se questa regola vale per tutti gli uomini, questa è ancora più importante per gli uomini in sovrappeso.

È il genere di dettaglio in apparenza insignificante ma che può fare dei miracoli per addolcire la silhouette di un uomo dal viso largo e dal collo spesso. Ovviamente, fate ugualmente attenzione al fatto che la vostra camicia sia sufficientemente lunga per non doverla rimettere nei vostri pantaloni ogni due minuti, davanti a tutti.

 

9. utilizzate un tessuto di buona qualità

  1. Le righe verticali allungano la silhouette: ci hanno talmente bombardato le orecchie con questa regola che è quasi diventato un cliché. Tuttavia evitate una fiducia incondizionata! Fate delle prove, le “Chalk Stripes” e le “Pin Stripes” non sono, in effetti, indossabili da tutti!
  2. I tessuti spessi “appesantissero” le silhouette. Considerate piuttosto i tessuti quattro stagioni per addolcire le vostre forme (vedere il nostro articolo su quest’argomento QUI).
  3. Evitate i forti contrasti di colore tra il pantalone, la giacca e il gilet. Provate a restare, in modo ragionevole, su toni simili o su toni complementari, per mantenere una certa verticalità “fluida” nella silhouette. Attenzione tuttavia : tutti non sono d’accordo con questo specifico punto. Quindi, ancora una volta, fate delle prove e guardate voi stessi ciò che funziona meglio per voi.

 

10. degli accessori, per favore!

tumblr_nsw2biWvcP1rugtzko1_1280

Vi piacciono le vostre spalle e il vostro busto? Aggiungete un piccolo accessorio, una spilla o un fiore al vostro occhiello. O allora, fate scivolare una pochette nel vostro taschino, qualcosa che attiri l’attenzione sulla zona che desiderate (per le pochette, guardare l’articolo seguente).

Preferite mettere in valore le vostre mani? In questo caso indossate un bel orologio (date un’occhiata all’articolo di uno dei contributori sull’acquisto di un primo orologio QUI). E perché non provare ad indossare qualche braccialetto, un bel anello, o un paio di gemelli vintage? Una bella patina metterà ugualmente in valore le vostre scarpe, proprio come un bel paio di lacci, per esempio.

Non sottovalutate mai la potenza di un bel papillon, che saprà attirare l’attenzione sui vostri occhi e il vostro viso in generale. A dire il vero, il papillon rende particolarmente bene sugli uomini di taglia forte.

Divertitevi tanto che vi pare con gli accessori e attirate l’attenzione sulla parte del vostro corpo che più vi piace. Avete che da guadagnarci: in fiducia, e quindi in eleganza.

 

11. Abito doppiopetto, due bottoni o tre pezzi?

baberuth

jackiegleason1 (1)

You-Cant-Take-It-With-You-Edward-Arnold

Qui sopra, Babe Ruth, Jackie Gleason e Edward Arnlod portano rispettivamente un abito doppiopetto, un abito due bottoni e un abito tre pezzi.

Non esiste veramente una regola per quanto riguarda l’abito che meglio convenga agli uomini più robusti, i quali dovranno, come tutti, fare delle prove. La regola qui è semplice: si tratta di fidarsi del proprio gusto e della propria esperienza e questa non si può che impararla “sul terreno”.

Un abito tre pezzi possiede innegabili qualità snellenti: il gilet tende in effetti ad affinare la vita stringendo la silhouette.

Per ciò che concerne gli abiti due pezzi e i doppiopetto, tutto dipende della posizione dei bottoni – piazzati in basso allungheranno il torso a discapito delle gambe; ovviamente, tutto ciò dipende, ancora una volta, dalla vostra morfologia. Divertitevi, fate delle prove e vi prometto che finirete per trovare lo stile che vi conviene meglio.

 

12. Scegliete i revers larghi

arnold1 (1)

Ed ecco, infine, un argomento sul quale gli uomini più robusti hanno un vantaggio rispetto agli uomini magri! I revers generosi sono i migliori amici dell’uomo in sovrappeso, poiché rendono molto bene su un petto voluminoso (al contrario dei piccoli revers che sarebbero ridicoli).

Un ultimo consiglio: tenetevi dritti!

L’avrete sentito ripetere dai vostri genitori e dai vostri nonni… ma gli avete dato ascolto?

Molti credono ce il semplice fatto di tenersi ben dritti permetta di far sparire diversi chili della vostra pancia, al meno in apparenza. Provate a pensarci: quando guidate la vostra auto, quando siete seduti nel metro… contraete i vostri addominali (è una delle tecniche fondamentali adottate dal Pilates, che aiuta, tra l’altro, a lottare contro il mal di schiena), e immaginate di tenere un libro in equilibrio sulla vostra testa. Provate a tenervici e finirete per sentire una vera differenza.

Scrivo sull’eleganza maschile da ormai quasi cinque anni, e il consiglio più importante che ho imparato durante tutti questi anni è il seguente: dedicate solo un po’ più di tempo ogni giorno al modo in cui vi presentate agli altri.

Un piccolo sforzo quotidiano supplementare può, in effetti, condurvi molto lontano nella vostra ricerca dell’eleganza personale, ma anche nella vostra vita in generale.

E se non è già il caso, provate à ricordare questo principio poiché il gioco vale davvero la candela.

— — —

Risorse e ispirazioni:

TheFattorialist.tumblr.com

Rugged Old Salt – ethandesu.com

Reader question: How Should a Fat Man Wear His Trousers? slate.com

— — —

Traduzione a cura di Giuseppe Manzone (Giu Bespoke Journal).